Endoscopia digestiva

Il Centro Medico New Life offre il servizio di endoscopia diagnostica ed operativa per l’eseguire: gastroscopia, colonscopia, asportazioni di polipi, biopsie.

L’endoscopia digestiva si occupa di esaminare, attraverso una sonda, l’interno dell’esofago, stomaco e duodeno (gastroscopia) e intestino (colonscopia) mettendo in evidenza eventuali alterazioni.

Si tratta di esami non dolorosi, anche nel caso di manovre più complesse come la biopsia o l’asportazione di piccoli polipi.
Entrambe le prestazioni possono essere fatte in convenzione con i principali enti assicurativi.

A cosa serve la gastroscopia?

In caso di sintomi come dolore, nausea, vomito o difficoltà di digestione la gastroscopia è indispensabile per identificare la causa del disturbo e impostare una terapia adeguata.

Serve anche per individuare la fonte di un sanguinamento che parte dall’esofago, dallo stomaco o duodeno o di alcune anemie da causa ignota.

Attraverso il gastroscopio, il medico endoscopista ha una chiara visione della parete interna dell’esofago, dello stomaco e del duodeno e può quindi individuare o escludere la presenza di malattie di questi organi.

A volte è necessario eseguire biopsie (del tutto indolori), cioè il prelievo di frammenti di mucosa, per ottenere diagnosi ancora più precise. Spesso si esegue per la ricerca dell’Helicobacterpylori.

Come si esegue e quanto dura la gastroscopia?

Il medico dopo aver posizionato il paziente introduce l’endoscopio, che percorre la gola, l’esofago, lo stomaco fino a giungere al duodeno.
Per ridurre al minimo il fastidio prima dell’esame il cavo orale del paziente è anestetizzato con la lidocaina spray. L’esame ha una durata di circa 10-15 minuti

A cosa serve la colonscopia?

La colonscopia è un importante esame di screening per diagnosticare i tumori a carico del colon e del retto. È quindi consigliato sottoporsi all’esame già a partire dai 50 anni di età, e di ripeterlo ogni 3 anni.
Il discorso cambia se in famiglia esistono casi di tumore. In questo caso viene raccomandato di sottoporsi ad una prima colonscopia già a 40 anni.

Grazie alla colonscopia è possibile:
  • Individuare in maniera tempestiva eventuali lesioni cancerose, persino ad uno stadio iniziale
  • Rimuovere polipi intestinali, i quali possono essere dei probabili precursori di tumori del colon-retto
  • Diagnosticare e monitorare malattie intestinali, come ad esempio le cosiddette malattie infiammatorie croniche intestinali (morbo di Crohn e rettocolite ulcerosa)
  • Diagnosticare e monitorare possibili patologie addominali
  • Prelevare piccoli campioni di tessuto della mucosa interna del colon per poter eseguire biopsie
Come si esegue la colonscopia e quanto dura?

Il paziente viene posizionato sul lettino sul fianco sinistro, in maniera tale da inserire facilmente nell’ano il colonscopio sonda che emette anidride carbonica per facilitare la visualizzazione delle pareti intestinali. Di solito, la colonscopia viene eseguita sotto sedazione per agevolare il rilassamento del paziente e portare al termine la procedura al meglio. Tramite una piccola telecamera di cui è dotato lo strumento, il medico può osservare in maniera nitida l’interno del colon.

La colonscopia ha una durata di 20-40 minuti. La rettosigmoidoscopia ha una durata di 10-15 minuti.

La gastroscopia e la colonscopia sono dolorose?

La gastroscopia non è dolorosa anche nel caso di biopsie o asportazione di polipi. Si avverte un fastidio durante l’inserimento della sonda e raramente durante l’esplorazione. La anestesia locale del cavo orale e la sedazione permettono di ridurre al minimo o azzerare questi fastidi.

La colonscopia è più dolorosa a causa dell’introduzione di acqua o aria per distendere le anse intestinali, della conformazione dell’intestino o alla presenza di particolari patologie. La sedazione è utile per minimizzare o azzerare questi fastidi.

Come ci si prepara all’esame?

È sufficiente rimanere a digiuno dalla mezzanotte del giorno prima se l’esame è svolto in mattinata, oppure dalle prime ore del mattino se eseguito nel pomeriggio.
Le note di preparazione ti saranno fornite dal nostro staff al momento della prenotazione.

È possibile eseguire biopsie e polipectomie?

Se durante l’esame il medico ritiene opportuno procedere con il prelevamento di un campione biologico da far analizzare (biopsia) o con la rimozione di eventuali polipi (polipectomia) lo potrà eseguire.

Che tipo di sedazione viene utilizzata?

La scelta del tipo di sedazione è affidata all’anestesista.
Nei casi più semplici si opta per una sedazione leggera: sarai rilassato, tranquillo, ma anche in grado di eseguire ordini semplici. Nei casi più complessi, o se l’ansia impedisce di eseguire la prestazione, potrai fare ricorso alla sedazione più profonda: in tal caso non sarai cosciente e non proverai alcun dolore.

PRESTAZIONI
  • Visita Gastroenterologica
  • Visita Gastroenterologica + Ecografia Addome Completo
  • Visita Gastroenterologica + Ecografia Anse Intestinali
  • Gastroscopia (esofagogastroduodenoscopia EGDS)
  • Colonscopia
  • Pancolonscopia
  • Rettoscopia (Rettosigmoidoscopia)
  • Biopsia ed Helicobacter Test
  • Asportazione di polipi
  • Esame Istologico
Specialità
Specialisti
Menu
Contattaci su Messenger